AVVIA UN PROCEDIMENTO

Per avviare un procedimento arbitrale sono possibili diverse opzioni:

1) Il contratto, il regolamento, la scrittura privata contiene una clausola compromissoria che fa esplicito riferimento al Regolamento della Camera Arbitrale Internazionale. In questo caso l’attore può depositare, a mezzo raccomandata o corriere o tramite PEC una domanda di arbitrato presso la Presidenza Nazionale della Camera Arbitrale Internazionale sita in Via Kennedy 126-87036 Rende (Cs) o presso la sede territoriale più vicina.

2) Il contratto, il regolamento, la scrittura privata non contiene una clausola compromissoria, ma le parti, di comune accordo, all’inizio della lite, decidono di sottoscrivere un compromesso per ricorrere alla procedura arbitrale in deroga al procedimento ordinario. In questo caso una delle parti può depositare, a mezzo raccomandata o corriere o tramite PEC,  la domanda di arbitrato (con allegato il compromesso) presso la Presidenza Nazionale della Camera Arbitrale Internazionale sita in Via Kennedy 126-87036 Rende (Cs) o presso la sede territoriale più vicina.

3) Il contratto, il regolamento, la scrittura privata non contiene una clausola compromissoria e le parti non si accordano sulla sottoscrizione di un compromesso arbitrale. In questo caso la parte interessata può depositare una proposta di arbitrato ai sensi dell’art. 1 del Regolamento della Camera Arbitrale Internazionale.

La proposta di arbitrato deve essere inviata anche nel caso in cui manchi la clausola compromissoria o questa non faccia esplicito riferimento alla Camera Arbitrale Internazionale.

La domanda di arbitrato è sottoscritta personalmente dalla parte o dal difensore munito di idonea procura e contiene i dati indicati dal Regolamento.

La domanda di arbitrato deve essere depositata in un originale per la Camera Arbitrale Internazionale, in un originale per ciascuna altra parte e in tante copie quanti sono gli arbitri. Ogni originale ed ogni copia dovranno essere muniti delle relative produzioni. È possibile depositare gli allegati destinati all’Organismo, agli arbitri e alle controparti anche esclusivamente su supporto digitale (usb o CD-Rom). In questo caso è comunque richiesto il cartaceo dell’allegato contenente la convenzione arbitrale solo per l’originale della Camera Arbitrale Internazionale.

Si richiede l’apposizione di marche da bollo da Euro 16,00 sugli originali della domanda di arbitrato (una marca ogni quattro pagine di ciascun originale ed una ulteriore marca procura sull’originale per la Camera Arbitrale Internazionale; la procura notarile non necessita di marche da bollo), in applicazione della normativa di cui al DPR 642/1972.